Strada Quarta 23 - 43123 Parma
0521483393

ABOUT

La nostra storia

 “Mäl ch’la vaga, s an fèma miga di béj zogh a farèma d’la bula” (Mal che vada se non faremo dei bei giochi faremo della segatura), disse Pino. “Sì, trida c’me nuètor” (Sì, trita, consunta, come noi). E così l’autoironia ci battezzò.

Amadei, D., L’humus de “la bula”,
in Cooperativa “la bula”. Fatti di Semplicità. 25 anni di integrazione sociale a Parma,
a cura di L. Stanghellini, Parma, 2006.

La cooperativa nasce dalla passione e dall’impegno di una ventina di persone che, alla fine degli anni ’70, portavano avanti esperienze di non violenza con la neonata “Lega Obiettori di Coscienza e di Solidarietà”.

Nel 1980, grazie anche all’accessibilità di un finanziamento della CEE, venne costituita una cooperativa di pre-avviamento lavorativo per i tanti giovani (e anche meno giovani) che si trovavano in centri residenziali con poche opportunità di relazioni esterne, non erano riusciti a svolgere idonei percorsi scolastici o avevano frequentato solo scuole “speciali” o non oltre la 3a media.

Nasceva così la bula, il cui nome – “segatura” in dialetto parmigiano – aveva in sé il contenuto dell’oggetto principale del nuovo laboratorio – la falegnameria, appunto – e rappresentava insieme il valore etico della comunità: dal piccolo, dal poco, dal nascosto, se ci si crede fermamente, possono nascere opere e “storie” di grande bellezza

La nostra base sociale

Capii che un uomo, oltre a vivere per il bene personale,
deve inevitabilmente contribuire al bene degli altri:
se dobbiamo prendere un paragone dal mondo degli animali,
allora occorre prenderlo dal mondo degli animali sociali, come le api.
Lev Tolstoj

La base sociale de la bula – composta da soci lavoratori, da fruitori (diretti e famigliari) e volontari – porta in sé la ricchezza e la potenzialità di diversi punti di vista che si incontrano, creano sinergia ed elaborano insieme nuove progettualità. Attualmente la base sociale de “la bula” è composta da 52 Soci così distribuiti:

13 Soci lavoratori;
20 Soci fruitori;
19 Soci volontari.


Anche il Consiglio d’Amministrazione rispecchia le tre “voci” della cooperativa, ed è composto da:
4 Soci lavoratori;
3 Soci fruitori (familiari);
2 Soci volontari.