Strada Quarta 23 - 43123 Parma
0521483393

LA BULA

La bula, cooperativa di solidarietà sociale, è una realtà ben strutturata e organizzata,
capace tuttavia di un approccio alle persone semplice, immediato, empatico e partecipato.
Per questo, da quasi quarant’anni, dà vita a progetti di inclusione sociale personalizzati con attenzione e cura, capaci di dimostrarsi non solo efficaci, ma anche innovativi e duraturi nel tempo.

SERVIZI SOCIOEDUCATIVI

Il Centro Socio Occupazionale diurno di Strada Quarta accoglie le persone con disabilità per offrire loro opportunità di condivisione e assistenza, formazione e lavoro.
E’ un servizio articolato, strutturato e consolidato, che assolve una funzione pubblica – attraverso accreditamenti e convenzioni con il Comune di Parma, i Distretti della Provincia e l’Azienda Unità Sanitaria Locale – ma è aperto anche a percorsi sperimentali e individuali in accordo con i Servizi.
Il calendario proposto è ricco di attività sia lavorative che espressive, psico-motorie e socio-relazionali, ciascuna calibrata sui bisogni individuali e seguita da personale con diverse competenze e specializzazioni, così da creare percorsi personali.

Scopri di più

PROGETTI SOCIALI

La cooperativa la bula mette al centro della propria attività quotidiana i bisogni emergenti delle persone con disabilità e loro famiglie, partecipandovi in maniera diretta e proattiva.
Per questo si attiva con dedizione e continuità nel cercare risposte alle loro necessità anche al di là del tradizionale servizio diurno.
La stessa progettazione delle proposte coinvolge i destinatari in prima persona, per essere poi messa in atto attraverso un’imprenditorialità etica e sostenibile, resa possibile grazie alla formazione continua del personale e con il supporto dei volontari e delle Istituzioni.
Tra i nostri progetti più recenti abbiamo in corso: Oltrelavoro e Tempo Libero, Case Ritrovate, Linkabili, Invecchiare in compagnia.

Scopri di più

FALEGNAMERIA

Simbolo stesso de la bula, la falegnameria è il cuore vibrante sia della nostra azione creativa che della nostra formazione-lavoro.
È, insieme, uno strumento metodologico ed educativo per la persona e un percorso di crescita e sensibilizzazione.
Creare un oggetto con le proprie mani, infatti, è per ciascuno un’opportunità per sperimentare le proprie capacità e i propri limiti, ma è anche un mezzo per fare cultura, associando fra loro i colori della disabilità e i fiori della bellezza. Il tutto per poi entrare con delicatezza nelle case di tutti con i nostri coloratissimi oggetti, mostrando come ogni persona disabile può essere non solo un individuo capace, ma un vero e proprio mastro artigiano.

Scopri di più

DIGITARLO

Digitarlo è un progetto nato all’insegna dell’innovazione -tecnologica, creativa e di competenze – che è cresciuto a partire dal 2013, evolvendo dalla sua presenza nel centro diurno sino a raggiungere una più forte autonomia di gestione.
Nato dall’intuizione che si potessero associare le nuove tecnologie digitali non solo alle competenze di persone con disabilità, ma anche alle istanze del mercato e della committenza, è oggi in grado di occupare e impiegare (tramite assunzioni o tirocini formativi) il proprio personale.
Luogo ideale di recupero della “memoria” – la nostra, quella di privati cittadini e quella collettiva – propone servizi di digitalizzazione di foto, video, archivi e documenti di privati, enti e aziende.

Scopri di più

DOVE SIAMO? QUI, QUI E ANCHE QUI!

La nostra sede – anzi, le nostre sedi – sono un gioco di fuori e dentro, colori e forme. Come noi, del resto…

Il nostro network

Le connessioni – seppure per lo più e all’apparenza “invisibili” – sono indispensabili per ciascuna comunità che voglia generare valore, umano e sociale in primo luogo. Fonti di idee e progetti, luoghi di azione e relazione… (continua)

DIAMO UN PO’ DI NUMERI…

Un micro-mondo circondato a suo modo di stelle, pianeti e satelliti…

Le persone che
“stanno”con noi

Ogni anno sono circa 300 le persone raggiunte dai nostri progetti e dalle nostre attività.
Sono “ragazzi” e “ragazze” di età differenti inseriti nel Centro Socio Occupazionale, persone con disabilità accolte nelle Case Ritrovate, persone svantaggiate che usufruiscono di occasioni pomeridiane di tempo libero, lavoratori svantaggiati assunti direttamente, tirocinanti in percorsi di formazione, alunni di scuole superiori e Università che partecipano ai laboratori di falegnameria (attraverso stage o alternanze scuola-lavoro), bambini di scuole dell’infanzia, elementari, medie che “imparano” attraverso di noi e i nostri compagni di viaggio così da modificarci e crescere in funzione del presente.

I nostri soci,
i nostri amici…

La base sociale de la bula conserva accuratamente nella sua stessa composizione la ricchezza e la potenzialità di diversi punti di vista che, dialetticamente, devono continuamente incontrarsi, fare sinergia ed elaborare insieme nuove progettualità.
Tale complessità è evidenziata dalla ripartizione, armonica e ben equilibrata, dei nostri 52 Soci, suddivisi in 13 Soci lavoratori, 20 Soci fruitori (diretti e famigliari), 19 Soci volontari.
Gli educatori sono tutti soci e partecipano alle equipe multi-servizi e di progetto, così da promuoverne la visione partecipativa. Anche le famiglie e i volontari partecipano alla vita della cooperativa sia in termini di quotidianità che di progettazione.

Dal 1980: presenti
da quasi 40 anni!

Essere presenti dal 1980 rappresenta per noi un valore in sé, e ne siamo fieri. Per noi e le nostre famiglie, significa avere una storia e una memoria, una base solida di esperienze e competenze che si tramandano dai fondatori, ancora presenti e partecipi, ai nostri giovani, numerosi, che nutrono con la loro energia quelle stesse radici.
Avere una storia e ricordi vivi anche dei momenti più impegnativi ci dà forza e identità: significa per noi la consapevolezza di saper sempre trovare le idee, la forza e le modalità per andare avanti nella nostra strada in ogni contingenza.
Significa essere disposti a cambiare e soprattutto essere capaci di farlo,  senza mai perdere di vista i valori più profondi del nostro agire.

QUESTI SIAMO NOI, IN CARNE, TRUCIOLI E OSSA

Non è facile dire chi siamo: ci viene più facile farvelo vedere. Tutti insieme appassionatamente!

Cosa dicono di noi?

Vorrei trasmettere la mia gioia, il mio appagamento nel tempo che ho avuto a disposizione vivendo momenti meravigliosi con tanti ragazzi della bula. Sono una ricchezza straordinaria nel porgerti la loro dolcezza tanto rara oggi.

Franco Greci

Regista Famija Pramzana e volontario alla bula

Aprire il negozio di digitarlo in centro delinea un’appartenenza e al tempo stesso un’apertura più forte alla città. Trovarsi nel centro di Parma con quest’attività credo che sia una testimonianza importantissima al di là dei contenuti imprenditoriali.

Paolo Andrei

Rettore Università degli studi di Parma

La campagna si poneva proprio l’obiettivo di fare riflettere e portare all’attenzione dei cittadini la bellezza, in tutte le sue forme, e le eccellenze dei nostri territori partendo proprio dalle storie di persone che portano valore per la comunità.  

Claudio Bertona

Sales Manager – Key Client
IGP DECAUX

La bula non è segatura, ma è davvero uno dei gioielli, dei pezzi più preziosi della nostra città.
Con mezzi che all’inizio erano poveri,
ci ha raccontato tante belle storie, ed ora rappresenta una grande ricchezza per tutta la nostra città.

Marcella Saccani

Assessore ai servizi sociali Provincia di Parma 2011

Resta in contatto!
Iscriviti alla nostra newsletter

La nostra è una newsletter discreta, che vuole soprattutto condividere gli appuntamenti più importanti de la bula, tenere aggiornate sulle nostre attività le persone che vogliono esserne partecipi e allargare la rete del nostro gruppo. Se hai voglia di “stare” con noi, basta un click!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DE LA BULA!

Blog & News

La bula web: nuovo sito e evento di presentazione!

Siamo lieti di invitarvi all’evento “la bula web” racconti ed esperienze a sostegno delle persone con disabilità presso il Distretto del Cinema, lunedì 3 dicembre ore 17,00 Tale evento ha[…]

Read more

La bula a UNIPR

La bula è stata invitata a partecipare ad un CICLO DI SEMINARI sul tema IMPRESA SOCIALE E COOPERAZIONE organizzati dall’Università degli Studi di Parma. In veste di relatori saranno presenti[…]

Read more

La bula incontra Uliano Lucas

Lunedì 22 ottobre al Base di Milano abbiamo incontrato il fotoreporter Uliano Lucas, che nel 1984 passò dalla bula per documentare la nostra attività per un articolo del settimanale IL[…]

Read more

Celebrities

Sono tanti i personaggi “noti” che abbiamo incontrato negli anni in varie occasioni.
A volte siamo stati noi a “cercare” loro, altre volte sono stati loro a raggiungerci.
Sempre è stato un bell’incontro, e qualcuno ha pure “fatto le bomboniere” da noi…

Lavorano con noi…

Contattaci